Stai leggendo
Le parole dello status quo: Allineare

Le parole dello status quo: Allineare

allineare
[Le Parole dello Status Quo / 02] Tutti i progetti di cambiamento culturale che ho visto prevedevano un allineamento: il collaboratore doveva allinearsi alla visione della manager che a sua volta si era allineata a quella del CEO.

Nella quasi totalità delle casistiche, l’allineamento si traduce con la parola “controllo”: la Direzione vuole semplicemente assicurarsi che la propria volontà attraversi ogni stadio della gerarchia. E venga applicata.

Chi non fa ciò che gli si dice, è disallineato. E cosa si fa in questi casi? Lo si rimette… in riga.

Ecco che “allineamento” mostra la sua vera natura: la sua indole punitiva, conformista, che taglia le opinioni e mette a tacere le differenze. In bocca a certe persone, l’allineamento ha il sapore di una fila ordinata di soldatini che si prestano volontari per fare da plotone di esecuzione.

Se vogliamo fare qualcosa di nuovo, sostituiamo “allineare” con “co-creare”. Non ci sarebbe bisogno di allineamento se ogni persona in azienda conoscesse il suo ruolo e potesse mettere in valore il proprio contributo.

Il mondo che verrà non è a senso unico: ognuno ha voce in capitolo su come portare il suo contributo.

Leggi i commenti

Esprimi la tua opinione

Non preoccuparti: il tuo indirizzo email non sarà visibile nella pubblicazione.

2017-2020 © Purple&People SNC

Torna in cima